22 maggio 2011

Pane fatto in casa da lui

Finalmente ho trovato la foto...pensavo di averla persa!!
Oggi, sono quasi emozionata, vi presento il mio futuro marito, in una veste tutta particolare...da cuoco!!
Con questa ricetta, un po' particolare, vorrei partecipare al contest di Max

Mi sembra molto interessante...mica tutti i giorni possiamo cucinare sempre noi...ed ecco la foto che conferma il maestro all'opera!!


Avete capito cosa mi fa mangiare mio marito???PANE E ACQUA!!!
Ma che pane...fatto con la pasta madre...

Ingredienti:

  • 200 gr di farina tipo 0
  • 90 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaio di miele o yougurt

Impastare tutti gli ingredienti dentro un barattolo che userete per la conservazione della pasta madre, quindi deve essere ermetico. Lasciatelo riposare ad una temperatura di circa 22-25° per due giorni.
Una volta trascorsi i due giorni l'impasto dovrebbe aver raddoppiato il suo volume ed avere un buon profumo di pasta che sta lievitando, non acida!!
ADESSO  bisogna rinfrescare l’impasto: prendere 100 gr dell’impasto ed aggiungertevi 100 gr di farina e 45 gr di acqua a temperatura ambiente.
Successivamente mescolate bene e richiudete il contenitore.
Lasciare riposare altri due giorni. Mi raccomando la costanza della temperatura, non ci devono essere sbalzi!!!
Trascorsi questi due giorni rinfrescate nuovamente il lievito nello stesso modo: 100 gr di farina e 45 gr di acqua.
Però questa volta, invece dovete mettere in frigo l’impasto e riprenderlo dopo 5 giorni.
Trascorsi 5 giorni rinfrescare ancora allo stesso modo.
Una volta fatta questa operazione dovete farla altre due volte.
Ci va molta pazienza ma i risultati sono ottimi!
La parte più complessa, per me, è il mantenimento del lievito madre, infatti a noi è inacidito.
Mio marito sostiene di aver sbagliato farina, infatti lui ha rinfrescato con la manitoba, invece dicono che bisogna sempre usare la farina tipo 0.
Quando volete fare il pane dovete prenderne una parte e con l’altra dovete rinfrescarla per metterla via per la prossima volta.
Se andate via per qualche giorno e non potete rinfrescarlo potete congelarlo (l'ho letto ma non l'ha mai fatto)



Adesso procediamo con la ricetta per fare il pane:
 Posizionate al centro della farina per fare il vostro pane la pasta madre che ha una consistenza un pò appiccicosa.
Successivamente lavoratelo energicamente con le mani  per circa 15 minuti, su molti blog e filmati fanno vedere delle tecniche bellissime per impastare al meglio.
La pasta madre era circa 200g e ho usato circa 1kg di farina. Il rapporto deve sempre essere 1 a 5.
La prima fase di lievitazione consiste nel far lievitare il nostro pane in una ciotola coperta con un tovagliolo asciutto e un tovagliolo bagnato, il tutto dentro nel forno spento al riparo da correnti.
Dopo due ore l’impasto è lievitato ma non ancora del tutto, infatti dobbiamo reimpastare, questa volta bastano 10 minuti .
Adesso dobbiamo levare la parte che andrà a ricreare la nostra pasta madre per altre volte.
Mi raccomando ricordatevi di usare il barattolo.
Ci siamo quasi, adesso dare la forma al pane, mio marito ha scelto la classica casareccia, coprire ancora con tovagliolo bagnato e tenetelo ancora al riparo da correnti e sbalzi di temperatura.
Fate lievitare ancora per 2 ore.
Adesso mettetelo in forno preriscldato a 250°, dopo circa 20 minuti lo abbasso a 220 e fatelo cuocere per circa 50 minuti.
Nel forno metto sempre una ciotola con dell’acqua per creare umidità.
Mi sono dimenticata di dirvi che mio marito piega il pane come se fosse una coperta per dare forza e struttura.

Ragazzi che sfacchinata questa ricetta, non fa per me...io l'ho solo mangiato con dei pomodorini...che bontà!!!
  

10 commenti:

  1. adoro la pasta madre, ormai è il terzo figlio per me!! immagino il sapore del vostro pane con i pomodori, una goduria!!

    RispondiElimina
  2. io con la pasta madre ho litigato per una settimana intera, ma a vedere questo pane mi viene voglia di riprovarci ;) complimenti al panettiere di casa.

    RispondiElimina
  3. @Chabb beata te! noi l'abbiamo uccisa, ci è andata a male, puzzava di acido..che tristezza non siamo riusciti a fare la pizza, anzi non è riuscito...io non ho costanza dava troppe "preoccupazioni..." te hai mai provato a farla(la pizza)??
    @zucchina: verità ptima di arrivare a qst risultato ne ha provate a fare altre due, ma nulla..questa è partita..vai a capire!

    RispondiElimina
  4. l acqua puo essere anke quella del rubinetto? pur contenente una piccola dose di cloro

    RispondiElimina
  5. @michele paolo No, hai fatto bene a sottolinearlo! mi pare che mio marito insistesse sul l'uso dell'acqua della bottiglia!!!

    Grazie!!

    RispondiElimina
  6. ciao Laura, se tuo marito ha fatto questo pane con la pasta madre è davvero bravo! Merita il titolo di marito-chef dell'anno! Io ho la pasta madre da ormai due anni e mezzo... a volte l'acchiappo per il colletto mentre è lì lì per andarsene (all'altro mondo!). Riprova a farla, anche a me la prima volta è morta quasi subito; alla seconda ci ho preso la mano. Devi semplicemente tenerla in frigo e reimpastarla almeno ogni 5 giorni (bastano un po' di farina ed un po' d'acqua. Però ogni tanto la devi usare perché sennò alla fine ne avrai una quantità esagerata!)
    Un bacio e bravissimi!

    RispondiElimina
  7. senza se e senza ma...il mio maritino è bravo in cucina, gli manca solo il tempo..!!!ma quando può mi fa la pasta in casa, arrosti, rolate...:-)

    RispondiElimina
  8. Allora tuo marito è proprio bravo, anche se ti mette a pane e acqua ;))))

    Un dolce bacino . Notte Angela

    RispondiElimina
  9. L'acua deve essere minerale e se la Sant'anna sarà il massimo, io rinfresco usando quella e quando non la prendo in montagna la uso anche per i miei lievitati...ottimo questo pane sa molto di buono fragante e profumato. Grazie per questa partecipazione, scappo ad aggiornare....buona settimana, ciao.

    RispondiElimina
  10. Grazie Max! da noi l'acqua è buona, perchè siamo ai piedi della montagna, ma capita che le mettono il cloro per le varie procedure e si rovina.
    Infatti una volta la pasta madre è morta perchè aveva usato l'acqua proprio quando era stata "disinfettata"...

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, ti risponderò appena possibile!