26 febbraio 2012

Minestra di fagioli un classico..soprattutto a Carnevale.. Pasta e faseuj canavzan-A

A Carnevale da noi è d'obbligo mangiore i fagioli.
Spero di riuscire a recuperare le materie prime e postarvi la ricetta tipica del Carnevale che oltre ad avere i fagioli ha la cotenna del maiale, infatti vengono chiamti fagioli grassi.
Oggi ve ne propongo una più semplice ma molto gustosa, sempre tipica della mia zona.
La mia ricetta (che era quella del mio nonno) l'ho confrontata con quella che ho trovato nel libro "Cucina del Canavese" di Fiore belletti, così da potervi dare anche una fonte sicura dell'effettiva tradizione DOC.
Come tutte le ricette della tradizione gli  ingredienti sono sempre quelli di stagione, infatti è difficile prepararla adesso.
La mia è adatta per  tutto l'anno, non ci sono pomodori e per i fagioli ho usato quelli congelati raccolti, ai suoi tempi, nell'orto di mio papà.








In lingua originale:

1kg 'd faseuj
3tartifle
1siola
1masssèt ed pnansemmo
1tomàtica
basalicò
1 tochèt ed lard
200g 'd pasta didalìn
sal/pèiver

Desgrunè ij faseuj e feje cheuse ansem a le tartifle drinta un lìter e mes d'eva.
A part fè friciolè la siola con el lard, fin a n'andoratura soagnà.
Gionteje la tomàtica fresca tojocà e lassè cheuse per apoprè 15 minute.
Giontè 'l tut ai faseuj, buteje 'dcò la pasta e finì 'd fè cheuse.
A la finitiva gionteje 'l basalicò e 'l pnansemmo.
Serve càudr con la gionta a piasì d'euli vèrgin d'oliva. 
Traduzione
Sgranare i fagioli e farli cuocere insieme alle patate in un litro e mezzo di acqua. A parte fare soffriggere la cipolla con il lardo, fino alla perfetta doratura. Aggiungere il pomodoro fresco spezzettato e lasciarlo cuocere per circa 15 minuti. Aggiungere il tutto ai fagioli, unire la pasta a fine cottura. Mettere infine il basico e il prezzemolo. Servire calda con l'aggiunta di olio vergine d'oliva a piacere.
Adesso la mia: 


1kg di fagioli borlotti
3 patate grosse
1 cipolla bionda
burro
rosmarino a
alloro
lardo un pezzetto
sale pepe
olio evo

Soffriggete la cipolla con il lardo tagliato a pezzetti  in un riccio di burro, fino a quando il tutto sarà colorato.
In una pentola capiente mettete a cuocete i fagioli con le patate, aggiungete il lardo, cipolla che precedentemente avevate cotto, il rosmarino e il lauro, salate e lasciate cuocere fino a quando i fagioli inizieranno a disfarsi.
Prima di servire pepate e aggiungete un filo di olio.
Se volete potete aggiungere della pasta, io la preferisco semplice.

10 commenti:

  1. Con le tue foto riesci a rendere irresistibile anche una zuppa un po bruttina di per sé, sei bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...effettivamente a vedersi la zuppa nn è il massimo..

      Elimina
  2. Concordo con quanto su detto ;)

    Ps ma che lingua è ??? ha un che di familiare...

    RispondiElimina
  3. Buona, in sardegna invece per carnevale si usa quella di fave!

    RispondiElimina
  4. Io mangerei pasta e fagioli in ogni stagione ^^ è tra le zuppe che preferisco!

    RispondiElimina
  5. Ah! Io la cotica ce la metto sempre, Carnevale o meno la gola è sempre la gola! xxx

    RispondiElimina
  6. Non sapevo proprio di questa vostra usanza e questa minestra mi sembra davvero squisita...Bellissime anche le foto!!! Un bacione!!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, ti risponderò appena possibile!