17 aprile 2014

Crostata di mele e frutti di bosco e una riflessione da mamma

Oggi una riflessione sulla bellezza, di come cambia in noi, e come noi cambiamo con il tempo l'idea di quanto siamo belle.
Tutto questo perché, ho letto il post di Mariachiara, nel quale ci spiegava la sua idea di bellezza.
Mi piace quando scrive: 

Ho 34 anni, e oggi mi vedo bella: non sempre, non tutti i giorni, ma se mi guardo allo specchio ora riesco a vedere esattamente me, e a farmi piacere quello che vedo. A 18 anni ero bellissima, o bruttissima, e il mio sguardo era il filtro che mi conduceva a una visione felice di me o mi gettava nello sconforto: il mio aspetto mutava a seconda del mio umore, delle aspettative, dell’attenzione degli altri.

Sono parole importatanti, perché è vero che crescendo ci si guarda diversamente, e si acquista una consapevolezza di se maggiore, più di quando si era adolescenti.
Ci si sente più affascinanti, anche quando le curve non sono più sode, o la pancia non è più piatta, perché acquisti una bellezza, non solo esteriore, che ti rende forte.
Il problema è, che noi ci sentiamo così, perché la nostra adolescenza è stata quella del "maglione largo", della prima cipria, messa di nascosto, ma tutte queste giovani donne (ragazzine), che sono sempre in mostra, che si scattano mille foto e le pubblicano ovunque, che vengono prese d'assalto in forma anonima da commenti poco piacevoli, cosa ne sarà di loro? Cosa sarà di questa generazione "Social"?
Sono una mamma, ma non solo, ma anche di una bimba che diventerà donna, è sinceramente, ho paura.... di come possa influenzare l'utilizzo dei Social la sua crescita come persona, la crescita della sua percezione di donna.
Ho paura che confonda il condividere con l'apparire, che utilizzi degli strumenti potentissimi per farsi del male.

Mi farebbe male, vederla in mille foto sbattuta sulla sua home, mi farebbe male, vedere che la sua autostima aumenti a suon di like, mi farebbe male vederla in posa con le labbra "a culo di gallina."

Cosa ne pensate voi?
Forse bisognerebbe far leggere il post di Mariachiara a molte adolescenti, spiegarle che non funziona come stanno facendo loro, che non serve un commento in più a renderti più bella.

Non so. Rimango qui, e attendo che la mia piccola cresca, insegnandole i valori di bellezza che mi sono stati insegnati e cercando di spiegarle, che, anche senza mille scatti publicati, un giorno, si sentirà une bellissima donna affascinante.






 



500 g di pasta frolla
2 mele
120 g di more
120 g di mirtilli
120 g lamponi
100 g di zucchero
1 cucchiaio di succo di limone



Lavate, sbucciate e tagliate le mele a fettine molto sottili.
In una ciotola, rovesciate i frutti di bosco, lo zucchero, il limone e le mele, mescolate bene.
Imburrate una tortiera, foderatela con la pasta frolla e farcitela con la frutta, decoratela con delle striscioline di pasta frolla; spolverizzate con dello zucchero e cuocete per 40 minuti, forno caldo a 180°.

9 commenti:

  1. Che bel post e che crostata deliziosa.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. E' vero, leggendo il tuo post mi sono accorta che anche io inconsapevolmente mi sono posta mille volte queste domande anche se la mia figliola ha ancora 2 anni e mezzo...e penso come potro' farle capire che la bellezza di una persona e' soprattutto il suo carisma!
    Cerchero' di renderla forte e consapevole delle sue potenzialita' e chissa'
    Bacioooo
    Claudia

    RispondiElimina
  3. Parlo da 18enne, e quindi non da mamma apprensiva, però anch'io ho notato tutto quel che hai detto.
    Hai ragione, il web se usato in modo sbagliato è pericoloso per l'autostima delle ragazzine, per la loro interiorità e per la loro sensibilità. Di "culi di gallina" se ne vedono sempre più, e se tu hai paura per tua figlia, io ce l'ho per mia sorella. Lei ha 11 anni, l'età peggiore per questo argomento. Si dovrebbe fare qualcosa, cercare di aiutarle, e non smettere mai di esser loro vicine. Per ora i miei le stanno vietando, giustamente, di aprirsi un profilo facebook, ma moltissime sue coetanee lo tengono già da anni. Questa cosa mi rattrista e mi delude :(
    Scusami se mi sono permessa di lasciare una mia piccola considerazione, ma le tue parole mi hanno fatto riflettere..
    Un bacio e buona giornata
    Silvia

    p.s.: Ottima la crostata ;)

    RispondiElimina
  4. mele e frutti di bosco??Deliziosi...complimenti!!!
    Buona Pasqua ^^

    RispondiElimina
  5. Ti dirò.... Sono mamma di due maschi adolescenti e di duna bimba di 10 anni ancora molto molto bimba, niente smalti, niente Violetta, niente gioielli e niente gonne.... Ama giocare e rotolarsi per terra e la lascio fare fino a quando capirà che non è più tanto bambina... I social sono pericolosi, io sono contro una socializzazione per i ragazzi così..... Sentiamo ovunque di ragazzi che si suicidano perchè su fb gli è stato detto che erano brutti, che erano gay, che non erano all'altezza... Questi adolescenti non si confrontano più fisicamente come facevamo una volta noi, con le nostre antipatie e simpatie vere, ma si confrontano con macchine che fanno di loro dei mostri.... E' un pericolo costante e io ho tolto l'uso di fb ai miei figli, se vogliono si telefonano e si incontrano per un giro in pista ciclabile o in centro..... Ma sarebbe bello poterne parlare faccia a faccia :-)
    Un ripieno goloso goloso, mi piacciono mele e frutti di bosco insieme, mi ricorda le crostate che Lupo Ezechiele rubava.... Un abbraccio e buona Pasqua mia cara!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia, sono certa che sia tanto buona quanto bella :-) Complimenti!!

    RispondiElimina
  7. una bellissima torta!!! complimenti! io non so ancora cosa voglia dire essere mamma, ma immagino che oggi giorno con la generazione degli adolescenti che crescono così in fretta non deve essere facile!!! meglio farli stare lontani da internet finchè si può!!!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, ti risponderò appena possibile!