23 gennaio 2013

Tagliatelle di farina di castagne con crema di broccoli e pomodori secchi



Ho una passione per i pomodori secchi, mi ricordano l'estate, e così quando ho voglia di sole ne metto un po' in qualche pietanza.
Questa volta li ho utilizzati per questo primo, semplice e veloce.
Ultimamente vi propongo sempre ricette rapide, sarà che il tempo è sempre poco e le giornate dovrebbero durare 36 ore...
Le tagliatelle le ha impastate mio marito, e quando le fa, cerchiamo sempre di abbondare con le dosi, così poi le congeliamo e al momento del bisogno... zac.. eccole li... 
Le avete mai provate con il pesto? Mamma che bontà!

Per le tagliatelle vi mando ad un post che scriverò presto, oggi mi soffermo sul sugo, ma non solo vorrei che lo scrivesse Lui... ma alla fine si tira sempre indietro... sto ancora aspettando da un anno quello sulla birra Home Made!!

                  
                    

Per gli ingredienti non posso darvi le quantità, ricette semplici come queste è impossibile misurarle, quindi lasciatevi andare e sperimentate, aumentando o diminuendo i pomodori o i broccoli.

Cuocete i broccoli in acqua salata, quando saranno belli cotti, saltateli in una padella antiaderente (Domo) con olio e aglio.
Quando si saranno ben rosolati frullate il tutto con il frullatore ad immersione.
Cuocete la pasta, nel frattempo tagliate i pomodori secchi a pezzetti.
Quando la pasta sarà cotta scolatela e fatela saltare in una padella con la crema di broccolo ed i pomodori.




21 gennaio 2013

Ricette per l'ufficio: quinoa, zucchine, pomodori secchi e zafferano



Cerco sempre idee stuzzicanti per il pranzo che mi porto a lavoro, perché l'alternativa panino del bar non mi piace per niente.
Per questa ricetta ho scelto di utilizzare la quinoa, la conoscete?
La quinoa è originaria del Sud America, non è un cereale, ma è imparentata con gli spinaci.
E' molto proteica, ma anche molto calorica, quindi porzioni piccole ma che ci aiutano ugualmente ad affrontare la giornata!


http://www.mr-loto.it/quinoa.html




70 g di quinoa
3 pomodori secchi
4 zucchine piccoline
una bustina di zafferano
sale, pepe olio qb


Ricettina rapidissima, da preparare la sera prima o al mattino ancora assonnate.
Cuocete la quinoa in abbondante acqua salata e colorata con lo zafferano, saltate le zucchine in una padella con un po' di aglio, olio, sale e pepe.

Mentre la quinoa e le zucchine cuociono, tagliate a pezzettini i pomodori secchi.
Quando la quinoa è cotta, scolatela e conditela con le zucchine ed i pomodori.
Velocissima ma molto buona!



Porcellane Wald

13 gennaio 2013

Tortine di radicchio, castagne e Trentingrana




Quando mi propongono nuovi prodotti da provare accetto sempre volentieri,  perché non sempre si ha la fortuna di trovarli poi dalle nostre parti o nel piccolo supermercato vicino a casa.

Questa volta la Trentingrana mi ha proposto di utilizzare il loro grana per preparare una ricetta; per fortuna me ne hanno spediti due pezzi, perché il primo l'ho dovuto "conoscere" e quindi l'ho mangiato a pezzi con un po' di pane  (la bontà della semplicità) e il secondo l'ho utilizzato per preparare queste tortine.

Prima di passare alla ricetta volevo lasciarvi qualche informazione su questo formaggio:

Il formaggio Trentingrana è un prodotto di montagna, controllato dalla produzione del foraggio e del latte, fino alla trasformazione e commercializzazione del prodotto finito. E' un prodotto che si distingue da analoghe produzioni di pianura per le sue qualità organolettiche - come la speciale fragranza, l'aroma, il gusto in perfetto equilibrio tra dolce e salato - che lo rendono appetibile per tutti i palati. Prodotto dal 1926 solo con latte selezionato, caglio e sale è pronto dopo un stagionatura di 18/20 mesi ed oltre. E' un alimento consigliato a tutti, in particolare agli adolescenti e agli anziani, in quanto ricco di calcio, che favorisce la calcificazione ossea. E' un formaggio semigrasso e quindi con un ridotto contenuto lipidico, ideale per una moderna alimentazione. Ne vengono prodotte solo centomila forme all'anno.










1 rotolo di pasta sfoglia integrale
1 testa di radicchio
una manciata di castagne bollite
2 cucchiai di Trentingrana
1/2 bicchiere di vino rosso
olio q.b
sale


Lavate e tagliate il radicchio a striscioline, saltatelo in padella per pochi minuti con un po' di olio e il sale, sfumate con il vino rosso, infine aggiungete le castagne che precedentemente avrete tagliato a pezzetti con un coltello.
Ricavate dal rotolo di pasta sfoglia dei rettangoli, farciteli con il radicchio e aggiungete il Trentingrana prima di infornarli per 15 minuti a 180°.


Una ricetta veloce, perfetta per un'aperitivo, o un antipasto sfizioso.








Per questa ricetta ho utilizzato:
Porcellane Wald Domus Vivendi

7 gennaio 2013

Ricicliamo i cereali: pane con cereali di crusca di avena




Quante volte ci succede che mettendo in ordine i mobili della cucina, troviamo cereali, fette biscottate aperte, che perdono la loro fragranza ma che si posso ancora consumare?
Ogni volta mi piange il cuore, per non aver chiuso bene la scatola, uno è costretto a buttare tutto.
Invece, oggi, vi propongo una ricetta che vi può seservire proprio in questi casi, io, in questo caso,  ho utilizzato quelli di crusca di avena.
L'idea sarebbe quella di provare a fare questo pane anche con altri tipici di cereali...
Comunque nulla di complicato! Io l'ho preparato con la pasta madre, ma nulla vi vieta di farlo con il lievito di birra e poi farmi sapere come vi è venuto!!



Ancora un'accorgimento, ho messo poco zucchero, perchè la mia intenzione è quella di mangiarlo con un bel cucchiaino di marmellata di fichi... ;-), quindi se lo preferite più dolce aumentate la dose dello zucchero. "l'ho mangiato con la marmellata di fichi, un caffè e un'amica.. perfetto, anzi vista la dolcezza della marmellata la prossima volta ridurrò ancora un po' la quantità dello zucchero"







90 g di cereali
350 ml di latte
150g di pasta madre
200 g di farina 0
220 g di farina 00
6 cucchiai di zucchero 
4 cucchiai di yougurt
30 g di burro
zucchero di canna qb


Mettete a bagno per un quarto d'ora i creali con tutto il latte.
 Se sono ancora troppo duri lasciateli ancora un pochino, successivamente scolateli, recuperando il latte che lo userete per scioglierci la pasta madre.
Nella vostra planetaria, versate il latte e iniziate a potenza bassa, a sciogliere il lievito madre con la foglia, quando avrete ottenuto una crema semiliquida, montate il gancio e aggiungeteci le farine,lo zucchero, lo yougurt ed i cereali.
Lavorate a velocità bassa per 10.00 minuti, l'imbasto non sarà solido, ma molto borbido e appiccicoso. Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume in un posto caldo.

Questa è l'operazione più difficile, infatti mi chiedo perchè non ho preparato un impasto bello asciutto, sarà per la prossima, dividete l'impasto in tante palline, essendo molto appiccicoso aiutatevi con la farina e create dei salami, tagliateli in superficie, io ho scelto il zig-zag, e infornate per 15 minuti a 200°


Buona colazione!!