24 novembre 2011

Biscotti di pan di zenzero (gingerbread cookies)




Mentre Viola si guarda il suo cartonicino della mattina, ne approfitto per pubblicare un post.
Ultimamente ho trascurato, e mi dispiace molto, il blog; tutta colpa di questi esami universitari...prima o poi, giuro, vi scriverò che li ho finiti!!!!

La ricetta di oggi è un'anticipo del Natale, per noi è stata una semplice "prova ricetta", io e Viola abbiamo preparato dei bellissimi omini di pan di zenzero (gingerbread cookies).
Questi li abbiamo mangiati, non abbiamo avuto neanche il tempo di decorarli da quanto erano buoni, i prossimi li faremo per decorare l'albero; con un nastrino rosso sono stupendi.

Chiedo già scusa per le foto, ma le ho fatte con l'iphone velocemente prima che nonni, zii, papà e Viola non li divorassero subito!!!


C’era una volta una vecchina che un bel giorno decise di cucinare un biscotto di pan di zenzero a forma di omino. Quando però la cottura era quasi terminata la vecchina sentì una vocetta arrivare dalle profondità del forno: “Mammia che caldo che fa qui…Fammi uscire!” La vecchina incuriosita aprì il forno e vide un biscotto a forma di omino scappare gridando: “Corri pure, tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero!” Tutte le urla della vecchina al suo indirizzo furono inutili.
Nella sua fuga l’omino di pan di zenzero incontrò una mucca che, non appena lo vide, cercò di mangiarlo, ma lui continuò a fuggire, dicendo con un tono quasi cantilenante “Corri pure tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero.” Ben presto alla rincorsa dell’omino di pan di zenzero c’erano non solo la vecchina e la mucca, ma anche un cavallo ed un maiale, tutti con l’acquolina alla bocca. E l’omino canticchiava correndo “correte più che potete, tanto non mi prendete, sono l’omino di pan di zenzero!

Ad un certo punto si trovò davanti ad un fiume ed una volpe si avvicinò e si offrì di aiutarlo a fuggire, trasportandolo sul suo dorso fin sull’altra sponda. L’omino di pan di zenzero tutto felice saltellando e ringraziando la volpe le montò sul dorso. Arrivati a metà del fiume la volpe disse al biscotto: “l’acqua sta diventando un po’ profonda e tu ti scioglierai se ti bagni, arrampicati sul mio naso così sarai al sicuro.L’omino di pan di zenzero fece come gli aveva detto la volpe e quest’ultima se lo pappò in un sol boccone.


farina 450g
burro morbido 125g
sale mezzo cucchiaino raso
zucchero 70 g
lievito un cucchiaino
bicarbonato mezzo cucchiaino
zenzero un cucchiaino
cannella un cucchiaino
(se volete anche noce moscata e chiodi di gafofano)
uovo 1
miele 200g



Preparate la frolla iniziando ad impastare velocemente il burro, lo zucchero, le spezie e il sale.
Successivamente formate una fontana con la farina, il bicarbonato e il livito; al centro ponete il burro e iniziate a lavorare. Vi ricordo di farlo con le punta delle dita e sfregandovi le mani, così l'impasto non vi si incollera ad esse.
Adesso aggiungete l'uovo, continuate a lavorare. Per ultimo il miele.
Preparata la frolla lasciatela riposare due ore nel frigo.

Passate le due ore stendetela con il mattarello con uno spessore di 3/4 mm, Ricordatevi di infarinare sempre il piano di lavoro!!
Con lo stampo a forma di omino tagliate i biscotti e adagiateli su una teglia foderata di carta da forno (non bagnatela!).
Accendete il forno a 180° e cuocete per 6 minuti a forno statico.

Vi consiglio vivamente di farli con i vostri bambini, Viola si è divertita tantissimo a usare lo stampino degli omini. (noi abbiamo usato il suo dei giochi Ikea)



Pubblico anche la foto che ha fatto mio fratello....e non dico altro.....



15 commenti:

  1. Ma che meraviglia!! E che carina la storiella dell'omino di pan di zenzero!! Sono sicura che i prossimi, se riuscirai a decorarli, renderanno il tuo albero di Natale davvero stupendo!!!! Brava!!

    A presto,
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Tuo fratello è un genio! :)
    Brava bella storia e grazie per la ricetta li faccio questo fine settimana! Baci

    RispondiElimina
  3. Ahahahaha What?? belli io adoro i gingerbread, non vedo l'ora di biscottare un po' per natale!!!!

    RispondiElimina
  4. oddio, C.S.I. con i gingerbread!! ma lol... =D

    RispondiElimina
  5. Carinissima la storiella!
    Ma sai che son due settimane che voglio farli e non trovo il tempo! Nani

    RispondiElimina
  6. Ma la storia è bellissima!!!!!! chissà che profumo!!!! e il luogo del delitto? chi sarà stato? un bacione Ely

    RispondiElimina
  7. Carina la storia.. buoni i biscottini che ci ricordano che tra 1 mese è Natale.. bella la presentazione e..in bocca al lupo per gli esami :-)! piacere di conoscerti e.. mi unisco al blog!a presto ciao
    luisa

    RispondiElimina
  8. Carinissimi i biscotti, io ♥ questo genere di storie... Ciao a presto e... in bocca al lupo per i tuoi esami, ma cosa studi di bello!?!
    A presto

    RispondiElimina
  9. ahaha simpapticissima la foto di tuo fratello...e deliziosissimi questi biscottini!!! ;)

    RispondiElimina
  10. ahahahahha troppo carina l'ultima foto !!! Che sono buoni , a me piacciono perchè riesco anche ad impegnare un pò i bambini con questi biscottini :-)

    RispondiElimina
  11. @blogghidee...scienze della formazione primaria....ultimi esami...non ne posso più!!

    non pensavo che la foto di mio fratello ci piacesse così tanto sarà sicuramente contento!!

    RispondiElimina
  12. Questo post è meraviglioso, ma tuo fratello è simpaticissimo!!!

    RispondiElimina
  13. Grazie per la storiella! I tuoi omini sono bellissimi, ma la foto di tuo fratello e' geniale. Bravissim. A presto, Babi

    RispondiElimina
  14. Ahahah una storia molto carina e l'ultima foto è troppo bella e particolare! Appena li ho visti ho pensato: Zenziii (il biscotto del cartone shrek) ;P

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, ti risponderò appena possibile!